Una Maturità di vecchie conoscenze

Marco Aime visto da Valentina Gottardi

Fa un certo effetto scoprire che qualcuno conosci ha infranto il muro del suono… della “maturità”. Non dalla parte di chi l’esame lo deve sostenere, ma dal lato di chi è stato citato per fornire una delle tracce per lo scritto d’italiano. Il personaggio in questione è Marco Aime, coautore con Anna Cossetta di una “Vela” Einaudi di qualche anno fa, Il dono al tempo di Internet, e coprotagonista della prova odierna.

Aime è un antropologo al quale, forse, il brano prescelto non rende nemmeno del tutto giustizia. In ogni caso quello del dono, sulla scia di Marcel Mauss – l’autore di Saggio sul dono – è uno dei temi che egli predilige nell’ambito della sia ricerca. E bisogna dire che, come può confermare chi lo conosca da vicino, è un argomento che gli si attaglia bene. Un professore così poco “professorale” e poco pieno di sé, amante della convivialità nonché ottimo animatore della stessa, che dà l’impressione di vivere la relazione con l’altro proprio come un reciproco dono. Insomma la scelta della misteriosa commissione ministeriale che redige le tracce ha fatto una buona scelta “umana”, oltre che didattica. Lo stesso si può dire, e non c’è bisogno di spiegarlo, per un altro illustre citato, Enzo Bianchi (in buona compagnia con Grazia Deledda, Theodor Adorno e Mark Anspach).

Si dà poi il caso che entrambi abbiano qualcosa a che vedere con l’Emi. Il priore di Bose ha firmato ultimamente alcune prefazioni-saggio (per Gente di Pasqua e La bellezza e il silenzio, per non dire di uno dei libri di papa Francesco) ed è in preparazione un probabile titolo per una nuova collana.

Aime è poi l’autore di due libri Emi per ragazzi (e ragazze, naturalmente!): Fiabe nei barattoli, un piccolo classico nel suo genere, e il recentissimo I piccoli viaggi di Beppe Gulliver. Dirige inoltre la collana Antropolis.

Rimane la curiosità di leggere che cosa i maturandi avranno cogitato e restituito sulla carta su un argomento apparentemente così fuori moda ma in realtà cruciale. Non solo per la vita privata ma anche per quella sociale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...