La quantità che scaccia la qualità

Il potere di orientare il gusto televisivo di una nazione (e di tagliare le fette della torta pubblicitaria) è affidato a circa 5000 famiglie. È giusto? Di nuovo il dicembre 2012. Questa volta non quello della fine del mondo ma della fine della tivù analogica. Già entro novembre prossimo, però, praticamente tutto il Settentrione, oltre…

Viva i ricchi!

Come ha potuto l’Italia d’oggi arrivare a questo punto? Politica e (mal)costume nazionale sono meno lontani di quanto possa sembrare. Tutto cominciò negli anni Ottanta… La corruzione regna; la criminalità organizzata porta i suoi complici in parlamento; il confine tra lecito e illecito, legale e illegale, è sempre più labile. Tutto pare legittimo, nulla illecito.…

Chiedi alle querce

Memoria e storia vanno innestate sull’identità delle nuove generazioni (e rinfrescate su quella delle più attempate). Il caso di Monte Sole. «Il futuro non è più quello di una volta», può capitare di leggere sulla spalletta di un ponte a Roma o su di un muro a Milano. Una frase che fa sorridere e riflettere,…

Eschatology Show

Dai tempi di Noè, la “fine del mondo” fa sempre audience, oggi grazie anche agli effetti speciali. Ma è forse il caso di non snobbare la domanda che può nascondersi dietro la facile apocalittica postmoderna. 21 dicembre 2012. Alzi la mano chi ignora questa data. Ma è l’appuntamento con la fine del mondo, ovviamente! Quella…

Gli anni gigabyte

E così se n’è andato anche la prima decade del millennio. Che cosa ci lascia? Come caratterizzarla? Il decennio appena trascorso ha presentato da subito una prima difficoltà, di natura lessicale: si doveva parlare di anni “Duemila”, come si è fatto soprattutto nella fase iniziale, o “Zero”, come si è preferito dire nell’ultimo scorcio? Più…

Immigranten

L’immigrazione in Italia viene declinata preferibilmente come «problema», se non come «emergenza». E se guardassimo fuori casa, dove non ci sarà il paradiso ma se non altro un approccio meno «cattivo» – e più efficace? Proviamo a capire che cosa succede in Germania, per esempio. Per farci un’idea delle politiche tedesche dell’immigrazione ci facciamo guidare…

Vecchio? No grazie

Nulla di male nel rimpiangere, da anziani, i nostri vent’anni, quando il corpo era un tutt’uno con noi. Il guaio è quando pretendiamo che ogni stagione della vita sia pseudogioventù. Ci sono giorni in cui, di colpo, ti accorgi d’aver fatto un salto di generazione. Per esempio quando ti rendi conto, in ottobrate nostalgiche d’estate,…

Rivoluzione al mercato

Per il suo legame con l’attualità, la Caritas in veritate ha destato interesse al di là della cerchia degli addetti ai lavori. Ma dov’è il “nuovo” di questa enciclica? La fonte, il settimanale Tempi, non è di quelle che più frequentiamo. È qui, in ogni caso, che abbiamo letto uno dei commenti non più approfonditi,…

Fare bene il bene

Aiuti umanitari: un tema tabù. Si teme che parlarne in modo critico demotivi i donatori. Ma forse sono i donatori stessi a provocare, inconsapevolmente, una certa deriva… «È facile! Manda un sms a questo numero. Contribuirai così con un euro» all’emergenza terremoto in Abruzzo; all’emergenza Libano; all’emergenza tsunami… L’sms solidale ha reso più facile la…

La fine della storia

Mentre la storia-spettacolo fa sempre audience in tivù, la storia-memoria non è più, per molti cittadini, un fattore in grado di illuminare le opzioni politiche. Testuale, dal Tg1 del 25 aprile 2009. L’inviata speciale sui marciapiedi e le piazze di Roma domanda ai malcapitati – ma tutti felici di qualche istante di televisibilità – che…

Più semplice o più facile?

Mentre la realtà è sempre più complessa, i messaggi che dalla politica e dai media giungono al grande pubblico paiono sempre più semplicisti. Ma se il linguaggio si impoverisce… Il “Tao” di questa mattina – un sms di saggezza “cinese” che il gestore di telefonia mobile mi recapita quotidianamente – così recitava: «A volte le…

La foresta che cresce

L’albero che cade fa più rumore della foresta che cresce. È una buona notizia, valida anche e soprattutto nel confuso momento storico che stiamo vivendo. «È difficile credere che la questione della pedofilia e della violenza sulle donne non sia una novità. Se dici che statisticamente le vittime erano molte di più cinquant’anni fa, le…