Coll. Mizzau-Contento

Una seconda vita per gli oggetti della quotidianità

È stata presentata domenica 23 ottobre, nella cornice di Palazzo Malvezzi de’ Medici nel cuore di Bologna, una raccolta di circa ottanta oggetti di cultura materiale e immateriale provenienti in gran parte dall’Africa occidentale. Si tratta di pezzi di artigianato tradizionale realizzati non a uso turistico ma per la vita quotidiana. Maschere, strumenti agricoli, calzature,…

«Dio, Dio, Dio… e poi?». La voce di Jean-Marc Ela

Il 26 dicembre saranno sette anni dalla morte di Jean-Marc Ela, prete, teologo e sociologo camerunese, una delle figure di  spicco dell’Africa moderna “che pensa” (non a caso una delle sue opere è dedicata allo storico Cheikh Anta Diop). Ripropongo un’intervista che gli feci per Nigrizia nel 2002, in cui parla della teologia africana, della…

Colloquio con René Girard | Novità: la vittima è innocente

Guerre “etniche”, terrorismo fondamentalista, criminalità dilagante, conflitti territoriali… e la sensazione che le analisi economiche, politiche, storiche, sociali, non ci dicano tutto delle cause della violenza. Abbiamo cercato di andare più a fondo con un uomo che ci riflette da quarant’anni. Per capire René Girard occorre prima di tutto intendere i suoi termini chiave. Desiderio…

Romero… declassato?

I lettori più attenti di Nigrizia ricorderanno che, nel numero scorso della rivista, una pagina metteva in evidenza cinque titoli Emi su mons. Romero. Era accaduto che il 3 febbraio, memoria di sant’Oscar, il competente dicastero vaticano aveva promulgato il decreto di beatificazione di Óscar Arnulfo Romero: la notizia in casa Emi aveva fatto di…

Il contemplativo della liberazione

La generazione dei “teologi della liberazione” per ragioni anagrafiche si sta sfoltendo. Un anno fa toccava a un nome poco noto ma non meno importante di altri. A Segundo Galilea era cara la spiritualità della liberazione. È con lui che Nigrizia aprì una finestra permanente sull’America Latina. Le rare fotografie che di lui circolano, infallibilmente…

L’arte di vivere a Timbuctu

Su Timbuctu, e proprio con questo titolo (per Bollati Boringhieri), l’antropologo Aime ci aveva consegnato tre anni fa un gustoso libro – tra storia, “mito” e attualità – che lasciava presagire che quella non poteva essere solo una tappa professionale da chiudere per passare a un’altra. Gli uccelli della solitudine (Bollati Boringhieri, 2010, pp. 170)…

Continente di filosofi

Le opere di filosofia africana sono ancora così rare, in italiano, che è il caso di soffermarvisi quando ne esce una. Tanto più che Filomeno Lopes – autore di altri due titoli in tema (Filosofia intorno al fuoco, Emi, 2001, e Filosofia senza feticci, Edizioni Associate, 2004) – insinua l’emergere di una filosofia africana «italofona»,…

Arrivano gli afroeuropei

Anzi sono già tra noi. È sempre più arduo dire “scrittori africani”, o anche “migranti”. Adesso, poi, che non scrivono più solo nelle lingue coloniali, ma anche in quelle marginali d’Europa… Dal Festivaletteratura di Mantova 2009. S’ode all’Ariston «Gli africani siam noi»; al Seminario si risponde: «Africani d’Europa / Africani in Europa»… Anche quest’anno a…

Il dolore del ritorno

La crisi si è fatta sentire anche alla maggiore manifestazione cinematografica italiana dei continenti “del Sud”, il 19° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina. Costante, però, la partecipazione del pubblico. Sempre più presente la tematica del rimpatrio. Il primo sospetto ti viene aprendo il catalogo. Le pagine sono poco più della metà che…

«Irradiavano bontà»

Bellezza, fierezza, innocenza nei reportage africani della regista e fotografa tedesca Leni Riefenstahl, ora di nuovo disponibili al pubblico. Ma che non sfuggono a qualche critica. Non stiamo parlando esattamente di un “fresco di stampa”. Questo Africa* data di quattro anni; ma ogni tanto è forse il caso di tornare su un titolo che non…

Il tuo Dio sarà il mio Dio

Dieci anni fa, il 29 agosto, varcava la porta che immette nell’invisibile il protagonista di un’eccezionale esperienza di vita e di fede tra gli afrobrasiliani. Un libro fresco di stampa rievoca il pensiero e la passione ecumenica di questo comboniano. Chissà con quali parole commenterebbe le messe in guardia dal sincretismo che ultimamente si moltiplicano…

"Bibbia" dei diritti

Una grande opera, unica nel suo genere, che vuole contribuire al radicamento di una civiltà dei diritti umani. Nella convinzione che essi non sono un patrimonio dell’Occidente, nonostante la storia contingente della loro formulazione, ma dell’intera umanità. E ci ritorna in mente Ki-Zerbo… Fa una certa impressione sfogliare i solidi ed eleganti volumi di un’opera…